Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Operazione Nottetempo

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search

L'operazione nottetempo definisce un'operazione poliziesca e giudiziaria ordita nel 2005 contro un vasto gruppo di anarchici, soprattutto del salento (Puglia).[1]

La repressione degli anarchici nel Salento[modifica]

Il Salento è una terra che è stata al centro, due anni or sono, agli inizi del 2005, di una vicenda, non ancora conclusa, di repressione contro gli anarchici. Si tratta dell'operazione denominata "Nottetempo", scattata il 12 maggio 2005 durante la quale le forze dell'ordine fecero irruzione in numerose case di compagni di varie città  italiane (Lecce, Aosta, Torino, Trento, Trieste, Chieti, Cagliari, Taranto e Catania).

In particolare a Lecce, furono tratti in arresto 5 compagni (3 uomini e 2 donne), con l'accusa di essere anarchici insurrezionalisti e colpevoli del "delitto" di aver protestato a colpi di vernice sui muri e volantinaggio contro il lager per immigrati del Centro di Permanenza Temporanea “Regina Pacis” gestito da Don Cesare Lo Deserto.[2]

È da aggiungere che, in un altro processo intentato proprio contro il suddetto prete, questi fu condannato esattamente per gli stessi reati che gli anarchici salentini gli imputavano (abuso di mezzi di correzione, l'essersi inviato da solo minacce di morte e così via) dimostrando che ciò che essi dicevano non potesse neppure rientare nella calunnia. Gli anarchici sono stati tutti condannati a pene dai due ai cinque anni.

L'iter processuale[modifica]

II processo di primo grado, in cui era stata riconosciuta la «semplice» associazione per delinquere, si era conclu­so con sette condanne (pene da due a cinque anni).

Nel processo d'appello sono state invece dodici le condanne emes­se: HH a 5 anni e 5 mesi, BB a 2 anni e otto mesi; VV a 2 anni e 7 mesi; YY a 1 anno e 7 mesi; PP ad 1 anno e 11 mesi; TT a 1 anno e 6 mesi; WW e GG a 1 anno e 8 mesi; ZZ, RR e QQ a 1 anno e 4 mesi; XX a 1 anno. Don Cesare Lodeserto è libero in Moldavia.

Il 14 novembre 2014 «i giudici della V sezione della Corte di Cassazione hanno annullato, con rinvio alla Corte d'Appello di Taranto (per competenza territoriale), la condanna per associazione sovversiva a carico di 12 anarchici leccesi inquisiti nel 2005 nell'ambito dell'Operazione Nottetempo. I reati specifici sono tutti prescritti.»[3]

Note[modifica]

Voci correlate[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]