Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Vittorio Tomasin

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
link:Category:Da anarchizzare
Questa voce non ha contenuti relativi ad anarchici, all'anarchia o all'anarchismo. Pertanto, la voce deve essere "anarchizzata". Se vorrai migliorare la voce, te ne sarà grata tutta la comunità di Anarchopedia.
STUB 2.png
Questa voce è in corso di lavorazione e quindi è incompleta, se puoi migliorala adesso. Te ne sarà grata tutta la comunità di Anarchopedia.

Vita[modifica]

Vittorio Tomasin, nato il 10 gennaio 1950 a Trecenta (Rovigo), è uno storico italiano laureatosi in Scienze Politiche presso l'Università  di Padova con una tesi su La Boje, ovvero il nome con cui viene ricordato il moto contadino del periodo 1884-1886. Consigliere comunale a Trecenta dal 1975 al 1980 eletto nel PCI, dal 1990 al 1994 nella “Lista Civica” e dal 1994 al 1998 nella lista “Sinistra per Trecenta”. Tomasin ha dato importanti contributi alla storia del movimento bracciantile, del socialismo, della Resistenza e dell' anarchismo nel Polesine. Docente di Discipline giuridiche ed economiche nella Scuola secondaria superiore.

Opere principali[modifica]

  • Il moto polesano de “la boje” del 1884, in “Annali Istituto A. Cervi”, Bologna, Il Mulino, 1984, pp. 221-246.
  • 1884-86, gli anni de “la boje” in Polesine, in “Studi Polesani” (1984), nn. 14-16, pp. 23-56.
  • La boje in Polesine. Documenti 1884-85, Rovigo, Amministrazione Provinciale di Rovigo, 1985.
  • Trecenta (1944-1945). Note sulla presenza e sull'attività  partigiana, in “Studi Polesani” (1986), nn. 21-23, pp. 179-200.
  • Lo sciopero bracciantile del maggio 1948 e l'uccisione di Evelino Tosarello, in “Studi Polesani” (1987), nn. 24-26, pp. 149-182.
  • Organizzazione e cultura antagonista negli scioperi bracciantili di fine Ottocento, in “N.Badaloni-G.Piva e il socialismo padano-veneto”, Rovigo, Minelliana, 1998, pp. 73-89.
  • Apparati dello Stato e comunisti. Severino Cavazzini nel Casellario Politico della Questura di Rovigo (1947-1965), in “Terra d’Este” (2003) n. 24, pp. 109-127.
  • AA.VV., Dizionario biografico degli anarchici italiani, Voll. 1-2, BFS, Pisa 2003-2005, ad vocem.
  • La corrispondenza di Giacomo Matteotti con Pasquale Matteucci (1913-1923), in “Terra d'Este” (2004) n. 25, pp. 123-140.
  • Note biografiche su Francesco Ortore, socialista adriese, in “Socialismo, anarchismo e sindacalismo rivoluzionario nel Veneto tra Otto e Novecento”, Il Poligrafo, Padova 2004, pp. 105-137.
  • Donne sovietiche nelle memorie di guerra di un polesano in Russia (1941-1943), in “Terra d'Este” (2004) n. 26, pp. 89-101.
  • Il consenso sociale alla banda Boccato nel delta del Po (1944-1945), in “Terra d'Este” (2005) n. 29, pp. 127-143.
  • Caduti polesani nella guerra di Spagna (1936-1939), in “Terra d'Este” (2006) n. 32, pp. 77-109.
  • Vincenzo De Lazzer, un veneto fucilato in U.R.S.S., in “Terra d’Este” (2007) n. 34, pp.93-115.
  • Gli antifascisti padovani nella guerra di Spagna (1936-1939), in “Terra d’Este”, (2009) n. 38, pp. 99-131.
  • Il tentativo insurrezionale anarchico del 1874 nel Polesine, in “Terra d’Este”, (2011) n. 41, pp. 121-143.
  • Antifascisti polesani nella guerra di Spagna. 1936-1939, Giacobino Editore, Susegana 2012, pp. 304.