Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Taiji Yamaga

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
Taiji Yamaga.jpg
Taiji Yamaga (Kyoto, Giapppone, 26 giugno 1892 - Giappone, 6 dicembre 1970) è stato un militante di grande valore e figura notevole dell'anarchismo pacifista ed esperantista giapponese.

Biografia[modifica]

Taiji Yamaga nasce a Kyoto, in Giappone, il 26 giugno 1892. Figlio di un tipografo, scoprì molto giovane l'anarchismo a Tokyo e milita all'interno della Japan Esperantista Ascio di cui diventerà  rapidamente il segretario. Nel 1910, quando lo Stato tenta di sradicare l'anarchismo giapponese, è ancora molto giovane e non figura sulla lista di militanti ricercarti dalla polizia ed esercito; sfugge così all'impiccagione. Ciò gli permette di fuggire la repressione e di raggiungere Formosa poi la Cina.

Risiede allora a Shanghai dove diventa un collaboratore dell'anarchico pacifista Shi Pho e del giornale Ming Sing di cui cura il settore esperantista. Pubblica La Conquista del pane di Kropotkin, ma disapprova durante il primo conflitto mondiale, le posizioni interventiste del Manifesto dei Sedici. Rientra in Giappone dove si unisce con la compagna Mika, ma nel 1927, è di ritorno con Sanshiro Ishikawa in Cina; Shanghai è allora in piena effervescenza rivoluzionaria. Esercita la funzione di professore di esperanto all'Università  del Lavoro e dispiega un'intensa attività  anarchica.

Le idee libertarie e soprattutto il pensiero di Kropotkin sono allora presenti nelle grandi città  cinesi. Ma la presenza dell'esercito di occupazione giapponese in Cina lo spinge a lasciare il continente per le Filippine dove lavorerà  come redattore in un giornale di Manila durante la seconda guerra mondiale. Realizzerà  anche un primo dizionario di Tagal-giapponese.

Terminata la guerra, rientra in Giappone dove prende parte attiva nella rinascita dell'anarchismo nel suo paese e soprattutto alla creazione, il 12 maggio 1946, della Federazione anarchica giapponese. Le sue competenze linguistiche lo faranno designare in modo naturale ad assumerne il Segretariato alle Relazioni Internazionali. Sarà  anche Segretario generale della Federazione diverse volte e collaborerà  al giornale anarchico Heimin Shimbun che riappariva dal 15 luglio 1946.

Militante pacifista, è anche attivo all'interno della War Resister's International per la quale editerà  il giornale Cittadino del mondo e assisterà  anche al X congresso in India nel 1960. Ammiratore di Lao Tse, scriverà  un libro per diffondere il pensiero di questo grande autore. A partire dal 1961, è colpito dalla malattia, ma benché paralizzato continuerà  sino alla morte a far conoscere il movimento anarchico giapponese fino al giorno della sua morte avvenuta il 6 dicembre 1970.

Voci correlate[modifica]