Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Pino Bertelli

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
Pino Bertelli fotografato da Paola Grillo nella Taverna Buenaventura Durruti (Barcellona, Spagna, 2007) - «La sola epoca che mi commuove è quella della Banda Bonnot» (Anonimo Toscano)
Pino Bertelli (1943-) è un anarchico, scrittore, fotografo, regista e critico cinematografico.

Biografia[modifica]

Pino Bertelli è nato in una città -fabbrica della Toscana, tra Il mio corpo ti scalderà  e Roma città  aperta.

Dottore in niente, giornalista, fotografo di strada, film-maker, critico di cinema. I suoi lavori sono elaborati su temi della diversità , della libertà , dell'emarginazione, dell'amore dell’uomo per l’uomo e per la difesa del Pianeta Azzurro come utopia possibile.

È uno dei punti centrali del neosituazionismo italiano.

Nel 1993, il regista tedesco Jürgen Czwienk, ha girato un film-documentario sulla vita politica e l'opera fotografica di Pino Bertelli: Fotografare con i piedi.

Il regista Bruno Tramontano ha realizzato un cortometraggio, (Adoro solo l'oscurità  e le ombre), tratto dal suo libro: Cinema della diversità  1895-1987: storie di svantaggio sul telo bianco. Mascheramento, mercificazione, autenticità , 1988. Il pittore Fiormario Cilvini, ha illustrato lo stesso testo in una cartella di 18 disegni a colori e una scultura. I suoi scritti sono tradotti in diverse lingue. L'“International Writers Association” (Stati Uniti), lo ha riconosciuto scrittore dell'anno 1995, per la “non-fiction”.

Nel 1997 i suoi ritratti pasoliniani di “fotografia di strada” sono esposti (unico fotografo) in una mostra con 16 maestri d'arte a Villa Pacchiani (Santa Croce sull'Arno), che aveva come contenuto il tema Le figure delle passioni. Pier Paolo Pasolini, amico e maestro, gli ha regalato la prima macchina fotografica quando aveva quindici anni.

È direttore responsabile della rivista di critica radicale Tracce, de Il libro volante, direttore editoriale della casa editrice Traccedizioni, collabora con Le monde diplomatique, Fotographia, «Sicilia libertaria» e altre testate. Ha diretto la regia del documentario Franco Leggio, un anarchico di Ragusa (2006), della durata di 42 minuti, proiettato in anteprima in occasione dei trent’anni di «Sicilia libertaria».

Nel 1999 gli è stato conferito il Premio “Castiglioncello” per la fotografia.

Nel 2004 ha ricevuto il Premio Internazionale Orvieto, per il miglior libro di reportage: Chernobyl. Ritratti dall’infanzia contaminata. I suoi fotoritratti di strada si trovano in gallerie internazionali, musei e collezioni private. Il suo archivio fotografico è depositato all’Università  di Parma. Un'antologia delle sue fotografie si trovano presso la Galleria degli Uffizi a Firenze. Una sua opera contro tutte le guerre (Nostra bambina delle guerre. Avete fatto un deserto di morti e l'avete chiamato pace!) è stata esposta alla mostra d'arte Biennale di Venezia, 2011. Fa parte di Reporters sans frontières.

È stato inoltre autore, insieme a Massimo Panicucci, di Ravachol: il cavallo zoppo della libertà  (edizioni Anarchismo, 1987), una storia a fumetti ambientata in Italia che racconta del cavallo di nome Ravachol, che rifiuta di farsi ammazzare nel macello e irrompe violentemente nella vita sociale di una sonnacchiosa periferia italiana degli anni '50.

Note[modifica]

Pubblicazioni[modifica]

  • Né cinema né capitale, 1982
  • La dittatura dello schermo. Telefoni bianchi e camicie nere, 1984
  • L’arma dello scandalo. L’anarchia nel cinema di Luis Buñuel,1985
  • Ravachol: il cavallo zoppo della libertà  (disegni di Massimo Panicucci), 1987
  • La macchina/cinema e l’immaginario assoggettato, trattato di liberazione degli sguardi, 1987
  • Zero in condotta. Manuale eversivo per un cinema del quotidiano,1992
  • La fotografia proibita, 1992
  • La rivolta situazionista (con scritti di Guy E. Debord, Raoul Vaneigem, Asger Jorn, Gianfranco Sanguinetti), 1992
  • Elogio della diversità  e sabotaggio della civiltà  dello spettacolo. Omosessualità , handicap, follia, alcoolismo, droga, razzismo, 1994
  • Cinema della diversità  1895-1987. Storie di svantaggio sul telo bianco. Mascheramento, mercificazione, autenticità , 1994
  • Della fotografia trasgressiva. Dall’estetica dei “freaks” all’etica della ribellione. Saggio su Diane Arbus, 1994
  • Jean Vigo 1905-1934. Cinema della rivolta, 1995
  • Farfallandia. La terra dell'amore blu, illustrazioni di Massimo Panicucci, 1995
  • Il circo obliquo. La terra che nessuno sa (con scritti dell’Unicef, Premio Nobel per la pace), illustrazioni di Massimo Panicucci, 1996
  • L'angelo del non-dove. Encomio sull'eresia dell'amore e sulla ribellione del cuore dei ladri di sogni, 1996
  • Luis Buñuel. Il fascino discreto dell'anarchia, 1996
  • Fotografia di strada 1992-1994 (con scritti di Rinaldo Bartaletti, Paolo Chiozzi, Fernando Tempesti, Giulio Sapelli, Hubertus von Amelunxen), 1997
  • Contro la fotografia. Il linguaggio sequestrato delle scimmie e l'incendio dell'impero dei codici. Teoria, pratica e messa a fuoco della scrittura fotografica, 1997
  • Cinema e anarchia. Nell'età  della falsificazione e del conformismo sociale, 1981/1998, (3 volumi), 1998
  • Il pane & le rose della fotografia di strada, (con scritti di Ando Gilardi, Lanfranco Colombo, Italo Zannier, Nicola Micieli...), 1999
  • Crianças. Ritratti dall’infanzia brasiliana (con scritti di Rigoberta Menchù, Premio Nobel per la pace, Leonardo Boff, Marcelo Barros, Ando Gilardi, Oliviero Toscani...), 2000
  • Les incendiaires de l’imaginaire (con scritti di Alain Blanc, Eduardo Colombo, Ronald Creagh, Marianne Enckell, Marie-Dominique Massoni, Alain Pessin, José Maria Carvalho Ferreira...), 2000
  • Theorie der fotografie IV, 1980-1995 (a cura di Hubertus v. Amelunxen e scritti di Jean Baudrillard, Massimo Cacciari, Jacques Derrida, Jean-Claude Lemagny, Christian Metz, Paul Virilio...), 2000
  • Pier Paolo Pasolini. Il cinema in corpo. Atti impuri di un eretico (con scritti di Goffredo Fofi e Enrico Ghezzi), 2001
  • Sahrawi. Un popolo esiliato (con scritti di Dario Fo, Premio Nobel per la letteratura, Lanfranco Colombo, Maurizio Rebuzzini...), 2001
  • Livorno. Quartiere Venezia. Genti del Mediterraneo (con scritti di Francesco Bruni, Roberto Mutti, Paola Grillo), 2001
  • Sassetta/Immagini di un paese nel cielo verde (con scritti di Duccio Demetrio, Graziella Favaro, Gianna Ciao Pointer, Paola Grillo...), 2001
  • Ginegay. L’omosessualità  nella Lanterna magica, 2002
  • Glauber Rocha. Cinema in utopia. Dall’estetica della fame all’estetica della libertà , 2002
  • Chernobyl. Ritratti dall’infanzia contaminata (con scritti di Valentin I. Baranov, Paola Grillo, Gianfranco Bologna, Roberto Mutti, Oliviero Toscani, Hubertus von Amelunxen), 2003
  • Della fotografia situazionista (con scritti di Ando Gilardi), 2004
  • Iraq. Ritratti dall’infanzia insanguinata (con scritti di Simona Pari, Paola Grillo, Maurizio Rebuzzini, Diego Mormorio, Giovanni Micali, dell’Unicef, Premio Nobel per la pace, 2004
  • La toscana del lavoro (con scritti di Paolo Benesperi, Mauro Lombardi), 2004
  • Amazônia. Ritratti dall’infanzia emarginata (con scritti di Marcelo Barros, Paola Grillo, Davide Faccioli, Italo Zannier), 2005
  • Burkina Faso. Ritratti dal popolo degli uomini integri (con scritti di Fernanda Pivano, Paola Grillo, Claudio Marra, Arturo Carlo Quintavalle), 2005
  • Dolci sorelle di rabbia. Cent’anni di cinemadonna (con uno scritto di Mirella Bandini), 2005
  • Cinema dell’eresia. Gli incendiari dell’immaginario: Jean Vigo, Luis Buñuel, Glauber Rocha, Pier Paolo Pasolini, Rainer Werner Fassbinder, Guy-E. Debord, Lars von Trier (con uno scritto di Renato Curcio), 2005
  • Guy-E. Debord. Il cinema è morto (con scritti di Enrico Ghezzi, Ken Knabb), 2005
  • Contro la fotografia della società  dello spettacolo. Critica situazionista del linguaggio fotografico e una Conversazione con Ando Gilardi, 2006
  • L’uomo con la fotocamera. Lettera a Renzo Chini (con uno scritto di Ando Gilardi), 2006
  • Diane Arbus. Della fotografia trasgressiva. Dall’estetica dei “freaks” all’etica della ribellione (con uno scritto di Geraldina Colotti), 2006
  • I ragazzi dell’arcobaleno. Una comunità  in cammino (con scritti di Giorgio Napolitano, Walter Daviddi), 2006
  • Dell’utopia situazionista. Elogio della ribellione, 2007
  • Il viaggio di Birdy (illustrazioni di Massimo Panicucci), 2007
  • Ladro di cinema. Saggio su Luigi Faccini (con scritti di Luigi Faccini e Morando Morandini), 2008
  • Tina Modotti. Sulla fotografia sovversiva. Dalla poetica della rivolta all'etica dell'utopia (con uno scritto di Maurizio Rebuzzini), 2008
  • Volti del Mediterraneo (con uno scritto di Predrag Matvejevic), 2009
  • Jean Vigo. Cinema della rivolta e dell'amour fou (con scritti di Enrico Ghezzi e Alfonso Amendola), 2009
  • Signora libertà  Signora anarchia (con l'omelia funebre A Nanda, di don Andrea Gallo), 2009
  • Don Andrea Gallo e la Comunità  di San Benedetto al porto di Genova. In direzione ostinata e contraria (con scritti di Simona Orlando e Pino Cacucci), 2010
  • Pikiéko. Il villaggio che adottò un uomo. Burkina Faso (con scritti di Lilli Gruber, Marcello Lippi, Simone Cristicchi, Antonio Natali, Silvano Granchi, Cinzia Chighine, Simonetta Avesani, Matteo Lucherini, Vittorio Piccini, Marco Bucciantini, Amos Tincani, don Andrea Cristiani, Matteo Lucherini...), 2010
  • Fotografia situazionista della rivolta. Dal sessantotto alle attuali insurrezioni nel mondo arabo (Prefazioni di don Andrea Gallo e Ando Gilardi), 2011
  • Insorgiamo!. L'insurrezione nell'epoca dei social network (con scritti di Roberto Massari e Antonio Gasbarrini), 2011

Videofilm[modifica]

  • Della natura come pena. Il carcere aperto dell'isola di Gorgona, 1994
  • Gianfranco Bertoli. Storia di un terrorista o La vita ancora, 1995
  • Delicado, (videoclip dal vivo), Saxea Saxophone Quartet, 1995
  • Storia di Laura. Dalla violenza all'amore, 1995
  • André Verdet. Lettera di un ebreo da Buchenwald, 1995
  • Gianna Ciao Pointer. Lettera dalla fotografia situazionista, 1995
  • Lettera dal ‘68. Conversazione con Luciano della Mea, 1999
  • Sotto il cielo dell’Islam, 2000
  • Franco Leggio. Un anarchico di Ragusa, 2006
  • Opera in Blue. Tratto dalla nonOpera musicale di Massimo Panicucci, 2010

Canzone - Teatro[modifica]

Ha scritto i testi e curato la regia della Trilogia dell’amore ludro, una sorta di Canzone-teatro di strada o di stracci che è stato portato in scena dalla “Compagnia Angeli del non-dove”:

  • Le stanze del cuore, (2001), dedicato a Pier Paolo Pasolini
  • C’era una volta e una volta non c’era (2003), dedicato a Piero Ciampi
  • La ballata del caffè cielo[1] (2005), dedicato a Fabrizio De André
  • Della passione di Tina, di Marika Tesser, Teatro a mezz'aria, 2010. Testo liberamente tratto da Tina Modotti. Sulla fotografia sovversiva. Dalla poetica della rivolta all'etica dell'utopia, di Pino Bertelli, 2008. («A Tina, per aver smesso di fotografare calle, rose o bicchieri e aver regalato al mondo qualcosa di cui tuttora ha bisogno: il sogno di un'utopia realizzabile anelando a un desiderio di libertà  e bellezza. Il resto lasciamo che se lo spartiscano a suon di denari i critici d'arte e i mercanti di grido»)... Marika Tesser.

Situazionismo[modifica]

  • Ravachol. Il cavallo zoppo della libertà  (disegni di Massimo Panicucci), 1987
  • La rivolta situazionista (con scritti di Guy E. Debord, Raoul Vaneigem, Asger Jorn, Gianfranco Sanguinetti), 1992
  • Zero in condotta. Manuale eversivo per un cinema del quotidiano, 1992
  • Elogio della diversità  e sabotaggio della civiltà  dello spettacolo. Omosessualità , handicap, follia, alcoolismo, droga, razzismo, 1994
  • Contro la fotografia. Il linguaggio sequestrato delle scimmie e l'incendio dell'impero dei codici. Teoria, pratica e messa a fuoco della scrittura fotografica, 1997
  • Della fotografia situazionista (con scritti di Ando Gilardi), 2004
  • Cinema dell’eresia. Gli incendiari dell’immaginario: Jean Vigo, Luis Buñuel, Glauber Rocha, Pier Paolo Pasolini, Rainer Werner Fassbinder, Guy-E. Debord, Lars von Trier (con uno scritto di Renato Curcio), 2005
  • Guy-E. Debord. Il cinema è morto (con scritti di Enrico Ghezzi, Ken Knabb), 2005
  • Contro la fotografia della società  dello spettacolo. Critica situazionista del linguaggio fotografico e una Conversazione con Ando Gilardi, 2006
  • Dell’utopia situazionista. Elogio della ribellione, 2007
  • Fotografia situazionista della rivolta. Dal sessantotto alle attuali insurrezioni nel mondo arabo (Prefazioni di don Andrea Gallo e Ando Gilardi), 2011
  • Insorgiamo!. L'insurrezione nell'epoca dei social network (con scritti di Roberto Massari e Antonio Gasbarrini), 2011

Scritti di Pino Bertelli[modifica]

Testi:
Canzoni

Voci correlate[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]

  • Le musiche delle canzoni della Trilogia dell'amore ludro, sono di Massimo Panicucci : mapak@tiscali.it