Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Maria Pantazi

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search

Maria Pantazi (Napoli ??, ??- Parigi, 1871) è stata un’anarchica e una comunarda italiana. Compagna dell’anarchico greco Emanouil Dadaoglou, è conosciuta anche per essere stata la prima donna del movimento anarchico greco.

Biografia[modifica]

Maria Pantazi (in greco: Μαρία Πανταζή) nasce in una non meglio precisata località  italiana (Napoli?). Di lei si sa che intorno al 1860 si trova a Napoli e che si mantiene esercitando la professione di prostituta. Proprio nella città  campana, tra il 1864 e il 1867, si trova a risiedere l'anarchico greco Emanouil Dadaoglou, giunto in Italia per sfuggire alla repressione messa in atto nel suo paese dopo una serie di attentati messi in atto dagli anarchici greci (uno dei quali contro il re). Maria ed Emanouil si incontrano, si conoscono e si innamorano.

Accostatasi alle idee anarchiche grazie al compagno, Maria lascia la professione di prostituta e alla fine degli '60 segue Dadaoglou che ha scelto di far rientro in "patria". In Grecia diviene una militante molto attiva e conosciuta, la prima donna di cui si abbia traccia ad essersi impegnata nel movimento anarchico greco.

Sopravvenuta la morte del compagno nel 1870, Maria lascia la Grecia e si trasferisce a Parigi, dove partecipa agli eventi rivoluzionari della Comune. Come risaputo, l'esperienza della comune terminò con la sconfitta dei comunardi e la loro violenta repressione. Maria Pantazi non sfugge alla vendetta dei versagliesi: viene arrestata a Versailles e condannata a morte insieme a molti altri comunardi.

Bibliografia[modifica]

  • James Sotros, The Greek Speaking Anarchist and Revolutionary Movement (1830-1940) - Writings for a History. Publicazione: No Gods-No Masters, pubblicato nel dicembre 2004

Voci correlate[modifica]