Discussion about terms of use is ongoing | 4th General Meeting

Les anarchistes (gruppo musicale)

Da Anarcopedia.

Per approfondire, vedi Les anarchistes.
Les Anarchistes è un gruppo musicale anarchico che trae il suo nome da una nota canzone di Léo Ferré
La copertina del primo CD

Indice

[modifica] Storia

Les Anarchistes nascono a Carrara, una cittadina anarchica dalle forti tradizioni anarchiche, nell'estate del 2001. L'idea è quella di ripresentare in chiave moderna alcuni vecchi canti anarchici e popolari italiani.

Il risultato immediato è l'uscita del CD Figli di origine oscura, premiato con il Premio Ciampi 2002 come miglior debutto discografico dell'anno. Questi visionari scenari anarchici, con gli arrangiamenti di Nicola Toscano e Max Guerrero, contagiano anche Raiz (Almamegretta), Antonello Salis e Blaine L. Reininger (Tuxedo Moon), Giovanna Marini, Moni Ovadia, gli attori-detenuti della Compagnia della Fortezza diretti da Armando Punzo, Erri De Luca che partecipano alle registrazioni del primo e del nuovo CD La musica nelle strade!, a cui è allegato il libretto scritto da Marco Rovelli Canti di libertà nell'era della biopolitica, che espone in chiave saggistica e filosofica il percorso concettuale dell'album,. Concept album sul tema dei luoghi di reclusione, registrato in alcuni dei suoi drammatici momenti all'interno del carcere di Volterra, nella folle trasfigurazione di Muss es sein? Es muss sein di Léo Ferré, reincarnata nei due video/arte "Muss es sein? Music!" e La musica nelle strade! urlo disperato degli attori-detenuti della Compagnia, con la regia di Antonia Moro.

L'abbandono del gruppo da parte di alcuni membri storici non ha impedito il prosieguo del progetto musicale e dopo un periodo di silenzio nel 2008 viene inciso l'album Pietro Gori, un vero e proprio tributo al poeta anarchico. Nel 2010 incidono il brano La Follia, con l'attore e regista Pippo Delbono.

I testi delle canzoni sono spesso delle rivisitazioni dei canti popolari della tradizione anarchica locale e nazionale, evidenziando quindi la loro matrice anarchica, come d'altronde è facile immaginare dal nome stesso del gruppo.

[modifica] I componenti del gruppo

Dal momento della nascita del gruppo sino al 2007, Marco Rovelli è stato il cantante del gruppo insieme ad Alessandro Danelli. Attualmente lo stesso Danelli è l'unico cantante del gruppo (dal 2007 al 2009 Les Anarchistes si sono avvalsi anche della voce di Cristina Aliotto). Dal 2005 Piero Bertilorenzi a sostituito al basso Gianfranco Antuono. Nel 2008 Mauro Avanzini, al sax, ha abbandonato il gruppo ed è stato sostituito da Edoardo Marraffa, mentre al contrario, dal 2005, Zita Petho, violino, è entrata a farne parte, per poi uscirne nel 2009. Attualmente la band è così composta:

  • Alessandro Danelli, cantante
  • Nicola Toscano, chitarre
  • Max Guerrero, tastiere
  • Piero Bertilorenzi, basso
  • Mirko Sabatini, batteria
  • Michele Vannucci, percussioni
  • Edoardo Marraffa, tenor sax
  • Eleonor Young, violoncello

[modifica] Album

  • 2002: Figli di origine oscura (Storie di note, SDN 026)
  • 2005: La musica nelle strade! (Storie di note, SDN 046)
  • 2008: Pietro Gori (La Voce Umana)

[modifica] Cinema

Les anarchistes hanno musicato i seguenti film:

  • 2005: Muss es sein, Music!, Regia di Antonia Moro
  • 2005: La Musica nelle strade, Regia di Antonia Moro
  • 2011: Amore e Carne, Regia di Pippo Delbono, Musica originale
*(presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, sezione "Orizzonti")

[modifica] Voci correlate

[modifica] Collegamenti esterni

Strumenti personali