Still working to recover. Please don't edit quite yet.

José Sabaté Llopart

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search

José Sabaté Llopart, detto Pepe[1] (L'Hospitalet de Llobregat, 17 agosto 1910 – Barcellona, 17 ottobre 1949) è stato un anarchico e un guerrigliero antifranchista spagnolo.

Biografia[modifica]

Fratello maggiore degli anarchici Francisco e Manuel, José Sabaté nacque a L'Hospitalet de Llobregat nel 1910.

Nel 1931, anno della proclamazione della Repubblica, José entro nella CNT, per la quale scrisse articoli pubblicati sull'organo stampa del sindacato, “Solidaridad Obrera”[2]. In questo modo incontrò Emilia Beriain, sua futura compagna di lotta e di vita [1].

Poco tempo dopo, assieme al fratello Francisco (più piccolo di 5 anni), prese parte alle azioni dei “Los Novatos”, un gruppo legato alla Federación Anarquista Ibérica dedito all'organizzazione di sommosse contro il governo reazionario della Spagna.

Al momento dello scoppio della Rivoluzione spagnola, José e Francisco si spostarono sul fronte d'Aragona, aderendo alla colonna delle Giovani Aquile organizzata dall'anarchico Juan Garcia Oliver. Nell'aprile del 1939, José venne fatto prigioniero ad Alicante e spedito prima al campo di concentramento di Albareta, poi in quelli di Cartagena e di Valencia.

Uscito dietro pagamento di una cauzione nel 1948, si spostò subito in Francia per ricongiungersi al Quico. Il primo periodo francese lo vive con al proprio fianco Francisco e il giovane Manolo, ma ben presto il trio di fratelli si divise, intraprendendo ognuno un diverso percorso nell'ambito del maquis spagnolo.

Il 9 marzo 1949 José prese parte ad un attacco armato contro il capo della polizia di Barcellona, Eduardo Quintela Boveda: un commando formato da Wenceslao Jiménez Orive, dai fratelli Llopart (José e Quico), Simon Gracia Fleringan, Carlos Vidal Pasanau, José Lopez Penedo e José Lluis Facerias sparò colpi di mitraglia sulla sua autovettura[3].

Come per molti altri guerriglieri spagnoli (si pensi a Facerias), fu un'imboscata a porre fine alla sua lotta: inizialmente José tentò di scappare e uccise un poliziotto, ma venne gravemente ferito; morì mentre veniva portato all'ospedale municipale, in quel di calle Sepulveda (Barcellona)[4].

Note[modifica]

  1. 1.0 1.1 Ephéméride Anarchiste, José Sabaté Llopart
  2. R. Creagh, Biographie de Jose Sabaté, R.A. Forum
  3. Jimenez Orive, Wenceslao, da losdelasierra.info
  4. Sabaté Llopart, José, 1910-1949, libcom.org