Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Janet Biehl

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
Janet Biehl
Janet Biehl è un'anarchica e teorica dell'ecologia sociale statunitense nata a Cincinnati nel 1953. È conosciuta anche per essere stata la più stretta collaboratrice e la compagna di Murray Bookchin.

Biografia[modifica]

Durante gli anni ‘60 non aderisce ad alcun movimento antagonista e radicale, come invece fanno molti suoi coetanei, al contrario, lei stessa descrive quel periodo della sua vita come «piuttosto semplice» e non politicamente impegnato. Negli anni ’70 quando in molti abbandonavano il radicalismo culturale, Biehl cominciava ad avvicinarsi a certi ambienti, ispirata dalle performance di gruppi teatrali come il Living Theatre. Questa sua passione la porta a studiare e dopo successivamente laurearsi in teatro alla Wesleyan University.

Il desiderio di diventare attrice la porta a trasferirsi a New York City, dove Biehl comincia anche ad entrare in contatto con i gruppi più radicali della politica. L'elezione di Ronald Reagan, con tutte le relative catastrofiche conseguenze sociali, la convincono ancor più della necessità  di impegnarsi politicamente. Pur perseguendo un Master nelle libere arti al CUNY Graduate Center, comincia ad interessarsi all'ecologismo e ai lavori di Murray Bookchin. Inizia a frequentare l'Istituto per l'Ecologia Sociale (Plainfield, Vermont) a partire dal 1986, grazie al quale prenderà  sempre più consapevolezza delle sue idee ecologiste ed antiautoritarie.

Trasferitasi a Burlington, nel Vermont, lavora ancor più a stretto contatto con Bookchin, di cui ne diviene compagna e stretta collaboratrice. Insieme elaborarono vari aspetti dell'ecologia sociale, del municipalismo libertario e dell'eco-femminismo; partecipando a svariati convegni e scrivendo un innumerevole quantità  di articoli e saggi. A differenza di molte persone della sua generazione - che partite rivoluzionarie in età  giovanile, sono poi divenute riformiste - il suo percorso è andato esattamente ritroso.

Dal 1987 al 2000, ha pubblicato ed è stata co-autrice di «Green Perspectives», che in seguito ha assunto la denominazione di «Left Green Perspectives». Il suo libro The Politics of Social Ecology, rappresenta meglio di altri le idee sociali ed ecologiste sue e di Bookchin stesso.

Nel 2001 si è ritirata dall'attività  politica per seguire la vecchiaia di Murray Bookchin. Dalla morte di questi, avvenuta nel luglio 2006, ha iniziato a lavorare ad una biografia del celebre anarchico statunitense. A tal proposito gestisce anche il blog My Graphics About Murray Bookchin.

Opere[modifica]

  • Finding our Way. Rethinking Ecofeminist Politics (1991)
  • Ecofascism: Lessons from the German Experience, in italiano Ecofascismo, lezioni dall'esperienza tedesca; (1996)
  • The Politics of Social Ecology: Libertarian Municipalism (1997)
  • The Murray Bookchin Reader (1997)

Voci correlate[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]