Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Hans Jaeger

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
Hans Jaeger
Hans Henrik Jaeger (Drammen, Norvegia, 2 settembre 1854 - Oslo, 8 febbraio 1910) è stato scrittore e teorico anarchico norvegese.

Biografia[modifica]

Hans Henrik Jaeger nasce a Drammen (Norvegia) il 2 settembre 1854 presso una famiglia il cui padre di professione fa l'ufficiale di polizia. All'età  di 14 anni rimane orfano e per sopravvivere decide di imbarcarsi in marina.

Dai primi del 1875 inizia a studiare part-time filosofia e, all'inizio del 1880, è tra i fondatori del gruppo artistico Bohême de Kristiania, dove incontra e frequenta Christian Krohg, Edvard Munch e la sua compagna Oda Krohge.

Nel 1885 pubblica Fra Kristiania Bohemen, un libro con forti caratteri antiborghesi, che gli costa la confisca del libro e 60 giorni di carcere per oltraggio alla pubblica morale. Nel quadriennio 1886-1890 pubblica il giornale Impressionisten (L'Impressionista).

Si rifugia frequentemente in Francia, soprattutto a Parigi, dove entra in contatto con gli ambienti anarchici, soprattutto grazie al danese Jean Jacques Ipsen. Nel 1906 pubblica a Copenaghen il libro Anarkiets Bibel ("La Bibbia anarchica"), dove le preoccupazioni sociali e la questione dello sciopero generale si affiancano al bisogno della liberazione individuale e sessuale. L'anno seguente insieme ad Ipsen pubblica la rivista «Korsaren» (Il Corsaro), alla quale collaborano il pittore Henrik Lund, i norvegesi Alf Larsen, e Jens Pedersen, gli operai Julious Weimar e Sophus Rasmussen. Nello stesso hanno ha pubblicato «Skorpionen» (Lo scorpione), successivamente divenuta la «Revolten» (La Rivolta), collaborando strettamente anche con il dottore danese Rolf Hammer.

Durante questi anni lavora come giornalista ed è corrispondente di numerosi giornali: The Social Democrat, Det Tyvende Aarhundrede, il giornale dell'Arbeiderpartiets (Partito dei lavoratori) ecc. Non manca però di ritornare frequentemente in Norvegia, dove si distingue per la sua continua incitazione alla ribellione.

Hans Jaeger muore l'8 febbraio 1910 a Oslo.

Il pensiero[modifica]

Prima dell’incontro con Jean Jacques Ipsen la conoscenza dell'anarchismo era per Jaeger limitata a qualche nozione su Élisée Reclus, Kropotkin, Jean Grave e poco altro.

Lentamente Jaeger sviluppa un pensiero anarchico radicale, fondato sull’azione diretta e l’ammirazione per Ravachol, lo sciopero generale, l’anticapitalismo e l’odio per il mondo borghese, l’insurrezionalismo e l’amore libero.

Durante il suo peregrinare, Jaeger ha diffuso i principi anarchici attraverso giornali e riviste; ha inoltre fondato un gruppo anarchico a Copenhagen, dove tenne il discorso di apertura di fronte a circa 100 anarchici, partecipando attivamente a numerose agitazioni in tutta la Norvegia e nel mondo nordico.

Voci correlate[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]