Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Francisco Cruz Gutiérrez

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
Eccidio di Casas Viejas. Accanto ai cadaveri si nota la capanna di Seisdedos data alle fiamme dai militari
Francisco Cruz Gutiérrez, detto Seisdedos (Casas Viejas, ? - Casas Viejas, 11 gennaio 1933) è stato un carbonaio e un anarcosindacalista spagnolo.

Il suo nome è legato all'insurrezione del gennaio 1933 e, nello specifico, a quella di Casas Viejas: in diverse zone della Spagna gli anarco-sindacalisti della CNT proclamarono il comunismo libertario e la destituzione delle cariche locali.

Seisdedos, carbonaio di 72 anni[1], partecipò ai fatti insurrezionali, specialmente a quelli determinatisi nella zona di Casas Viejas. In questa città  venne destituito il governo, redistribuito il cibo, abolita la proprietà  privata[2] e venne attaccata la stazione locale della Guardia Civil. Quando la Guardia de Asalto fece irruzione nella cittadina per reprimere la rivolta, molti contadini e contadine si rifugiarono in casa di Gutiérrez, ovvero in poco più d'una capanna di fango e paglia. La polizia non esitò ad appiccare il fuoco alla capanna: nell'incendio morirono bruciati 22 contadini, tra i quali lo stesso Gutiérrez e tutta la sua famiglia.

La sua morte lo rese un simbolo della lotta dei contadini anarchici. Seisdedos viene anche citato in un pezzo dei Barricada dedicato ai fatti di Casas Viejas:

«Echad y hundid la casucha de Seisdedos/ y que acaben abrasados./ Cuatro días de agonía/ y después fusilados.»[2]

Note[modifica]

  1. J. L. Gutiérrez Molina, Silva Cruz, María - "La libertaria", da Memoria Libertaria
  2. 2.0 2.1 Casas viejas (Barricada), da Canzoni contro la guerra