Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Francisco Ballester Orovitg

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
Francisco Ballester Orovitg
Francisco Ballester Orovitg, detto El Explorador[1] (Barcellona, 12 settembre 1920 - 7 settembre 1957) è stato un anarchico, guerrigliero antifranchista ed esperantista spagnolo.

Biografia[modifica]

Collaborò con diverse riviste esperantiste, ma l'inizio della sua azione militante va collocato nel secondo dopoguerra con la sua adesione alla Gioventù Libertaria. Ballester Orovitg e Celedonio Garcia Casino parteciparono come delegati della Catalogna al congresso della FIJL clandestina, che si tenne dal 15 al 16 luglio del 1947.

Nello stesso anno aderì al Movimento Libertario di Resistenza, che si proponeva di essere il braccio armato dell'anarco-sindacalismo spagnolo e il cui obiettivo era quello di

«Disorganizzare l'economia del paese, commettere rapine per finanziare l'organizzazione anarchica a Tolosa, eliminare le personalità  coinvolte o fedeli al Nuovo Stato e creare, in definitiva, un clima di terrore che demoralizzi il popolo e provochi l'intervento straniero di fronte all'incapacità  del governo spagnolo di domare il caos[2].».

Con gli altri compagni, Orovitg prese parte a diverse azioni dirette d'attacco e di esproprio, soprattutto ai danni delle banche. Uno dei primi gruppi coi quali lavorò fu quello di Josep Lluís i Facerias, che coinvolgeva anche Juan Cazorla Pedrero, Ramón González Sanmartí, l'amico Celedonio García Casino e Domingo Ibars Juanias.

Alla fine dell'ottobre del 1947, volle assistere assieme a Facerias al secondo congresso del movimento libertario in esilio, nel quale prese le difese della pratica del Movimento Libertario di Resistenza. Tuttavia, la repressione divenne sempre più dura e il M.L.R. si dissolse nel 1948. Già  nel maggio di quello stesso anno, Francisco Ballester Orovitg venne arrestato, per essere rilasciato quasi un anno dopo, il 12 gennaio 1949. Si aggregò quindi al gruppo di Francisco Quico Sabaté; la polizia tuttavia continuò a tenerlo d'occhio, e lo arrestò nuovamente, arrivando a torturarlo per ottenere informazioni utili ad arrestare Quico. Arresto che mai avvenne, visto che anche sotto tortura El Explorador rilasciò solo dichiarazioni incomplete.

Successivamente rilasciato, decise di spostarsi in Francia. Dopo aver rischiato tanto nella lotta armata contro il franchismo, Francisco Ballester Orovitg morì nel deragliamento del treno Parigi-Nîmes, il 7 settembre 1957.

Note[modifica]

  1. 12 septembre: Francisco Ballester Orovitg, da Ephéméride Anarchiste. La maggior parte dei contenuti di questa voce sono ripresi da questa fonte.
  2. Pedro Costa, Josep Lluís Facerías, la muerte de un anarquista, Ateneu Llibertari Estel Negre