Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Federación Ibérica de Juventudes Libertarias

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
Manifesto della CNT-FAI e della FIJL che riporta la scritta: «la rivoluzione e la guerra sono inseparabili»
La Federación Ibérica de Juventudes Libertarias (FIJL o JJLL) è stata un’organizzazione anarchica giovanile spagnola fondata nel 1932, particolarmente attiva durante la rivoluzione spagnola.

Fondazione[modifica]

La Federación Ibérica de Juventudes Libertarias si costituì a Madrid durante un convegno svoltosi dal 18 al 22 agosto 1932 [1].

Durante la rivoluzione spagnola[modifica]

Nel febbraio 1937 la FIJL mise in piedi un congresso delle organizzazioni regionali (secondo congresso del FIJL) con i seguenti risultati:

  • Andalucía: 7.400 afiliati,
  • Extremadura: 1.907 affiliati,
  • Levante: 8.200 affiliati,
  • Meseta Centrale: 18.469 affiliati,
  • Aragona: 12.089 affiliati,
  • Catalogna: 34.156 affiliati. [2]

Durante i drammatici fatti del maggio 1937 a Barcellona, la FIJL visse il dramma del conflitto che lacerò la stessa organizzazione. Infatti, pur essendo una degli obiettivi delle guardie d'assalto [3], la dirigenza si schierò contro le anime più intransigenti dell'anarchismo spagnolo, seguendo la linea filo-istituzionale della CNT-FAI e opponendosi all'aperta rivolta contro il tentativo controrivoluzionario del PSUC-PCE. Tuttavia, le masse giovanili delle Juventudes Libertarias, si schierarono apertamente in favore delle barricate e dell'insurrezione, accogliendo di malumore le direttive innegianti alla calma della dirigenza.

Nel mese d'ottobre del 1938 (15-30 ottobre a Barcellona) la FIJL partecipò al congresso nazionale del movimento libertario, a cui aderirono anche i membri della Confederación Nacional del Trabajo e della Federación Anarquista Ibérica. Durante gli scontri del maggio 1937 tra stalinisti e militanti del POUM, degli anarchici e di altre organizzazioni antistaliniste che si ebbero a Barcellona, anche molti membri della FIJL furono uccisi dai sicari di Stalin.

Dopo la vittoria franchista: clandestinità  e repressione[modifica]

Logo della Federación.

Dopo la rivoluzione spagnola la FIJL ebbe due centri direzionali, uno in esilio in Parigi, e uno interno, come organizzazione segreta e illegale collegata alla resistenza antifranchista. Il 29 marzo 1943 nove compagni anarchici della FIJL, che operavano in clandestinità , furono arrestati e garrotati nella prigione Modelo. Nonostante le difficoltà , l’8 e 9 aprile 1945, a Tolosa, si tenne il primo congresso generale della "F.I.J.L" in esilio. Benito Milla Navarro fu designato segretario generale e direttore della rivista «Ruta», organo propagandistico del gruppo anarchico [4].

Il 28 settembre 1962, un gruppo milanese formato da anarchici e socialisti, sequestrarono a nome della FIJl, con cui avevano avuto dei contatti clandestini, il vice console Isu Elias per chiedere la revoca della condanna a morte dell'anarchico Jorge Conill.

Il dopo franchismo[modifica]

Dopo la morte di Francisco Franco (1975), sono nati molti gruppi che hanno rivendicato la continuità  storica con la FIJL utilizzandone il nome. Durante i primi anni del XXI secolo, si costituì un gruppo chiamato FIJL assai lontano dalle posizioni anarco-sindacaliste e prossimo invece a quelle insurrezionaliste, che ben presto dovette agire in clandestinità [5].

A partire dal 2006 una nuova generazione di giovani anarchici diede vita ad una nuova FIJL anarco-sindalista, più vicina alle idee associative e pluraliste dell’anarchismo contemporaneo. Nel 2007 alcuni giovani anarchici hanno deciso di rifondare dal basso un’organizzazione che si autoriconosce come la continuatrice storica del progetto della FIJL, assumendo però il nome di Federación Ibérica de Juventudes Anarquistas (FIJA [6]) e pubblicando un periodico denominato «Fuelle».

Note[modifica]

  1. da "Ephemerides anarchistes"
  2. da Wikipedia spagnola
  3. La Guardia de Asalto, denominata ufficialmente Cuerpo de Asalto, fu un corpo di polizia spagnolo creato durante la Seconda Repubblica con l'obiettivo di disporre di una forza di polizia atta a mantenere l'ordine pubblico e che fu fedelmente legata al regime repubblicano.
  4. da "Ephemerides anarchiste"
  5. Comunicato della FIJL
  6. Nasce la Federación Ibérica de Juventudes Anarquistas

Voci correlate[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]