Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Eleonora Dotta

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search

Eleonora Dotta (Biasca, Svizzera, 5 settembre 1899 – Bodio, Svizzera, 30 maggio 1985), detta Clelia, è stata un'anarchica svizzera.

Biofrafia[modifica]

Eleonora Dotta nasce a Biasca, nel Canton Ticino, in Svizzera. Risiede prima nel paese di nascita, poi a Bodio, sempre nel Canton Ticino. Prima del matrimonio con Antonio Dotta il suo cognome alla nascita era Castelli.

Di idee anarchiche, è una fedele abbonata a «Vogliamo!» del suo compaesano Carlo Vanza e al «Il Risveglio Anarchico». Amica intima di Antonietta Peretti, entra numerose volte in contatto con l'anarchico italo-svizzero Luigi Bertoni, in Ticino, e con Errico Malatesta nel 1922 a Bellinzona. Durante l'epoca fascista italiana, quando molti antifascisti della penisola emigrarono in Svizzera per sfuggire alla repressione, Clelia, così era conosciuta, collabora intensamente con la famiglia Gagliardi-Bonaria, Antonietta e Giuseppe Peretti, Carlo Vanza, ecc. a favore degli esuli italiani.

Negli anni '70 partecipa alla riorganizzazione del movimento svizzero frequentando la neonata Organizzazione Anarchica Ticinese, in cui vecchi (Frigerio e Vanza e lei stessa) si "scontrano" culturalmente con i giovani reduci del Maggio 1968. Eleonora Dotta muore a Bodio il 30 maggio 1985.

Voci correlate[modifica]