Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Arnold Ruge

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
Arnold Ruge
Arnold Ruge (Bergen auf Rügen, 13 settembre 1802 – Brighton, 31 dicembre 1880), è stato uno scrittore e un filosofo della Sinistra hegeliana.
«La verità  sottomette in massa tutto quanto il mondo»

La vita e il pensiero[modifica]

Arnold Ruge nacque sull'isola di Rügen (la più grande isola della Germania, situata nel mar Baltico) il 13 settembre 1802. Accanito sostenitore di una Germania libera e unita, nel 1825 fu condannato a 5 anni di carcere. Successivamente si spostò ad Halle dove entrò in contatto con i giovani hegeliani. Ebbe un influsso notevole su Karl Marx, con cui fu co-editore, a Parigi, dei Deutsch-Französische Jahrbücher (Annali franco-tedeschi). Questa rivista, nel 1842, ospiterà  il saggio di Bakunin, di cui divenne intimo amico, intitolato La reazione in Germania.

Critico di Hegel, in nome della storia concreta e sul piano della politica, divenne anche il coordinatore delle attività  dell'estrema sinistra nei movimenti rivoluzionari del 1848. Prima però, tra il 1838 e il 1841, fu redattore degli Annali di Halle per la scienza e l'arte tedesca, dove scrissero, tra gli altri, Feuerbach, Marx e Bauer.

Per Ruge, la Filosofia non può, come pretende Hegel, innalzare l'esistenza o le determinazioni storiche a determinazioni logiche. Inoltre, nella Critica alla filosofia del diritto di Hegel, Ruge scrive: «La ragione che vuole spacciarci le fluide esistenze della storia per determinazioni eterne, decade a un ridicolo gioco di prestigio». La Filosofia, o meglio i Filosofi, devono determinare il movimento della storia. Infatti, per Ruge, il filosofo che sa comprendere che la critica filosofica determina il movimento della storia, siede al telaio del suo tempo, poiché: «la verità  sottomette in massa tutto quanto il mondo».

Nel 1850 si trasferì a Brighton. Qui insegnò e scrisse, limitando la sua attività  politica esclusivamente al pubblico sostegno alla Prussia. Morì a Brighton il 31 dicembre 1880.

Voci correlate[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]