Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Alessio Lega

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
Alessio lega in concerto a Siena
Alessio Lega (Lecce, 26 settembre 1972-) è un cantautore e attivista anarchico italiano.
«Sono nato ma… (non me ne vanto!)»

Biografia[modifica]

Alessio Lega è nato a Lecce il 26 settembre del 1972. Ha iniziato a scrivere canzoni nel 1985 esordendo in pubblico come nel 1988. In quegli anni la sua prima (pre)occupazione era il fumetto, per studiare (e tentare di praticare) il quale sbarcava a Milano nel 1990.

Dal 1997 è ormai un impiegatuccio kafkiano, un fumettaro pentito (anche se non fa i nomi degli altri!), ma un cantautore impenitente che si esibisce nei centri sociali climaticamente freddi e moralmente caldissimi, nei bei teatri comodi, nelle rassegne all’aperto, in piazza, davanti alle fabbriche occupate, e… insomma dovunque ce lo vogliano. Da allora ha cantato in un sacco di città  Italiane (Roma, Torino, Bologna, Modena, Padova, Verona, Lecce, Parma, Frosinone, Mantova, ecc…) o quasi (S.Marino, Lugano, … "beh, insomma mi vergognavo un po’ a chiamarle “estero”!", si schernisce il cantautore anarchico) e soprattutto nei più sperduti paesi di nord, centro e sud. Si è trovato davanti a poche decine di persone, però qualche volta anche davanti a tante … e una davanti a diecimila! (…sopravvivendo – pare – sia lui, sia i diecimila!).

Si è trovato spesso e volentieri a dividere il palco con molti suoi colleghi (alcuni dei quali erano per lui dei miti) quali Marco Ongaro, Max Manfredi, i Gang, Gualtiero Bertelli, Luigi Grechi, Lorenzo Riccardi. Collabora attivamente e continuamente con la cantautrice Isa e coi Mariposa; con la prima ha in corso di preparazione un disco tematico sulla migrazione Avventure di Carta, con i secondi ha inciso un intero disco Resistenza e amore.

Conformemente alle sue idee libertarie, è stato il primo cantante ad aderire, nel 2006, all'iniziativa del sito Bielle Libera musica in libero stato, mettendo Resistenza e amore in libero download su internet. Attualmente molte sue canzoni sono ascoltabili e scaricabili dal suo sito.

Alessio è un caparbio militante dell’anarchia, della poesia e dell’assurda fede nella possibilità  di cambiare questo mondo. Anche con la musica. Per questo è stato da sempre un grande ammiratore di Fabrizio De André, - a cui ha dedicato la canzone I funerali del pirata – e di molti cantautori francesi come Leo Ferré e Jacques Brel. Molto immodestamente si ritiene così rivoluzionario da tentare di cambiare anche se stesso. Persino con le parole. Basta vedere come brutalizza la sua chitarra da capire a primo colpo che è un violento pacifista. Anche cantando.

Dal 2008 è uno dei collaboratori della rivista musicale «Musica leggera». Nello stesso anno ha pubblicato E ti chiamaron matta e Compagnia cantante; in seguito al primo disco è anche uscito il libro Canta che non ti passa.

Nel marzo del 2013 esce il suo sesto disco Mala Testa per il quale, a Carrara, vince il Premio Lunezia Canzone d'Autore 2013.

Album[modifica]

Voci correlate[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]