Still working to recover. Please don't edit quite yet.

1936

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search

Anno precedente: 1935

A Madrid, in Spagna, muore Valeriano Orobon Fernandez, anarco-sindacalista e autore della canzone A Las Barricadas.
  • 16 luglio: a Barcellona, in Spagna, i militanti della CNT chiedono al presidente del governo catalano, Luis Companys, di distribuire le armi al popolo in vista del possibile colpo di Stato franchista.
  • 17-18-19 luglio: in Spagna, durante queste tre giornate, si sviluppano una serie di fatti che segnano l'inizio della rivoluzione: golpe fascista di Francisco Franco e reazione antiautoritaria dei libertari e dei repubblicani. A Barcellona e in altre città , i militanti della CNT e della FAI assaltano le caserme e distribuiscono le armi al popolo insorto.
  • 20 luglio: muore a Barcellona, in Spagna, l'anarchico e rivoluzionario spagnolo Francisco Ascaso.
A Madrid, in Spagna, i lavoratori e le lavoratrici della CNT e del POUM attaccano le forze di polizia e alle caserme tenute dai franchisti.
A Barcellona, in Spagna, si svolge l'assemblea plenaria delle federazioni locali della CNT di Catalogna.
A Tolosa, in Francia, si svolge il congresso costitutivo della Federazione Anarchica Francese, nata da una scissione dell'Union Anarchiste. Voline e André Prudhommeaux, che editano il giornale Terre Libre ne saranno i principali militanti.
A Cerro Muriano, in Spagna, muore l'anarchico spagnolo e un combattente della rivoluzione spagnola Federico Borrell García. È da molti individuato come la persona che compare nella notissima foto di Endre Friedman, meglio conosciuto come Robert Capa, nota come Il miliziano che cade e che riprenderebbe il momento dell’uccisione di un antifascista durante la rivoluzione spagnola.
A Sueca (vicino a Valencia), in Spagna, viene pubblicato il primo numero del giornale Pueblo Libre (Popolo libero), organo della Federazione locale dei sindacati unici e "portavoce della CNT- AIT".
Spagna: Diego Abad de Santillán entra a far parte del governo della Generalitat della Catalogna in qualità  di rappresentante della CNT.
ex-URSS: a Mosca la Pravda annuncia che in Catalogna «la pulizia dei trotzkisty e degli anarco-sindacalisti e già  iniziata». Furono gli agenti stalinisti a mettere in atto queste "purghe"
  • 23 dicembre: a Londra, in Gran Bretagna, l'anarchica Emma Goldman inizia la propaganda in favore della Generalitat della Catalogna e degli anarchici in lotta contro i reazionari guidati da Franco.
  • 24 dicembre: un decreto governativo spagnolo (di Largo Caballero) vieta agli spagnoli di portare armi con sé. In questo modo Caballero tenta di porre fine alla libertà  delle milizie operaie e popolari, composte da anarchici della CNT-FAI e comunisti del POUM, ed inglobarle nell'esercito. È questo un tentativo di istituzionalizzare la rivoluzione e metterla sotto il controllo del PCE (Partito Comunista Spagnolo) e dell'URSS.
  • 25 dicembre: il governo della Generalitat della Catalogna (Spagna), su pressioni delle Mujeres Libres, pubblica un decreto sulla legalizzazione dell'aborto.
  • 26 dicembre: a Gijon (Asturie, Spagna), esce il primo numero del settimanale Acracia Organo Regionale dei Giovani libertari delle Asturie, di Leon e Palencia. Fino al 3 aprile del 1937 usciranno quindici numeri, prima di riprendere le pubblicazioni dalla settimana successiva (10 aprile) cambiando semplicemente il sottotitolo, diventando cioè l'organo settimanale delle JJ.LL. (Jeunesses Libertaires) del Nord della Spagna. In tutto usciranno venti numeri fino al 15 ottobre 1937.
  • 29 dicembre: a Bas Llobregat (nei pressi di Barcellona), in Spagna, viene pubblicato il settimanale anarchico Ideas, che resta fedele a pieno titolo agli ideali anarchici opponendosi all’entrata della CNT nel governo.

Durante l'anno...[modifica]

Anno seguente: 1937