Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Vegetarismo

From Anarchopedia
(Redirected from vegetarismo)
Jump to: navigation, search
Raccolta di cibo Freegan
Il vegetarismo (detto anche vegetarianismo o vegetarianesimo) è una forma di alimentazione fondata sulla privazione di alcuni (soprattutto della carne) o di tutti gli alimenti di origine animale, sulla base di considerazioni etiche, salutistiche o anche religiose.

Comunemente si autodefiniscono vegetariane tutte le persone che escludono la carne di ogni specie (mammiferi, pesci, insetti o altre) dalla propria alimentazione, mentre si definiscono vegane o vegetaliane le persone che escludono dalla propria alimentazione qualsiasi alimento di origine animale (ad esempio il latte, le uova ecc.).

Origini e ragioni del vegetarismo[modifica]

L’origine dell’alimentazione vegetariana risale agli insegnamenti di Buddha e di Pitagora (cinque secoli avanti Cristo). Questa dottrina è stata sostenuta nel corso del tempo dalla sapienza di filosofi come Plutarco, Epicuro, Platone ed altri. Numerose popolazioni hanno posto le proprie fondamenta sul non-consumo della carne (catari, bogomili, mennoniti), così come numerose confessioni religiose (le suore carmelitane tra i cristiani cattolici; i quaccheri, gli avventisti del 7° giorno o i mormoni tra i cristiani protestanti; i sufi tra i musulmani; gli induisti, i jainisti, i buddhisti o gli hare krishna tra le religioni orientali).

Anche tra gli anarchici il vegetarismo è stato ed è particolarmente diffuso: Élisée Reclus, Lev Tolstoj, Raymond Callemin, Barry Horne, ecc., solo per citare alcuni tra i più conosciuti. Le ragioni di questo connubio si possono trovare in Sul vegetarismo, scritto di Élisée Reclus, geografo, vegetariano ed anarchico::

«La verità  non può più essere negata; ma si è dovuto creare una nuova morale per spiegarla. Questa morale sostiene che vi sono due diritti dei popoli: l'uno viene applicato ai gialli, l'altro è privilegio dei bianchi. Assassinare, torturare i primi sembra ormai permesso, mentre sarebbe inammissibile farlo ai secondi. Ma a proposito degli animali, la morale non è ugualmente elastica? Eccitando i cani a sbranare la volpe, il gentiluomo impara a lanciare i suoi fucilieri sul cinese in fuga...[...]...Non è una digressione menzionare gli orrori della guerra in connessione con il massacro delle bestie ed i banchetti di carne. La dieta degli individui è in stretta relazione con il loro modo di agire. Sangue chiama sangue»

Vegetarismo e veganesimo[modifica]

Harold Thompson, rivoluzionario ed anarchico vegetariano

Probabilmente sarebbe più corretto riferirsi al veganismo piuttosto che al vegetarianesimo. Infatti sebbene sia già  un positivo passo avanti la comprensione per motivi salutistici, etici ed ambientali nonchè del naturale rispetto stesso della vita di un altro essere vivente, la sola LIBERAZIONÈ dal consumo di carne e derivati è una LIBERAZIONÈ a metà .

Il termine "Liberazione" è volutamente usato in contrapposizione al termine "rinuncia" in quanto ogni passo verso una maggiore consapevolezza è di per se stesso una liberazione personale da vecchi schemi, luoghi comuni e falsi miti che bloccano la nostra naturale evoluzione ed inoltre minano alla nostra stessa salute e alla salute tutta dell'intero ecosistema.

Come l'abitudine di cibarsi di un'altro essere vivente rappresenta l'idea di "Uccisione" ed il protrarsi dello stesso in tempi e modi diversi anche fra gli uomini stessi, così il consumo di latte e formaggi, uova, miele ed altri derivati da prodotti animali rappresenta il senso di "Prevaricazione".

Una mucca non offre il proprio latte spontaneamente così come l'ape non offre il proprio miele, l'uomo in realtà  sfrutta l'animale prevaricandolo per rubarne un suo prodotto che comunque non gli è neppure salutare.

Abbracciare una filosofia di vita legata al veganesimo porta l'individuo ad un livello più profondo di comprensione della vita e della natura in quanto, chiudendo i rubinetti delle abitudini sbagliate ci si armonizza in maniera più completa con la Natura stessa.

Non solo liberazione dalla carne ma da ogni prodotto animale sempre creato attraverso lo sfruttamento a volte anche tinto da insensata crudeltà , difendere la natura in ogni suo aspetto rappresenta un atto ed un gesto di grande nobiltà  d'animo e rispetto per la Vita tutta.

Dizionario vegetariano e vegano[modifica]

  • Vegetariano: il termine definisce le persone che nella loro dieta non includono carne di alcun tipo. Questa parola nasconde però diverse varianti che possono essere catalogate nel modo seguente:
  • Ovo-latto-vegetariano: include nella propria dieta anche derivati animali (es. latticini e uova).
  • Ovo-vegetariano: include le uova ma esclude i latticini.
  • Latto-vegetariano: include latticini e i suoi derivati ma non le uova.
  • API-vegetariano: è un termine prettamente spagnolo che indica coloro che fanno uso di miele. Possono quindi essere definiti -api-ovo-latto-vegetariani o api-ovo-vegetariani o -api-latto-vegetariano o semplicemente -api-vegetariano-.
  • Vegano: è colui che segue una dieta alimentare esclusivamente di origine vegetale, escludendo quindi qualsiasi tipologia di derivati animali o di prodotti che comunque hanno comportato, durante la sua produzione, lo sfruttamento o la sofferenza degli animali. Non utilizza quindi lana, pellame, cosmetici testati sugli animali, ecc.
  • Crudivoro vegetariano: è definibile in questo modo colui che si nutre di alimenti crudi, frutta, verdure, noci, semi, legumi, ecc. Il crudismo è una scelta fondata sul fatto che la cottura degli alimenti determina la perdita o la modifica delle sostanze nutritive.
  • Fruggivoro o fruttariano: si alimenta esclusivamente di frutta, generalmente cruda. Secondo coloro che seguono questa dieta l'uomo non sarebbe onnivoro ma frugivoro, quindi seguendo questa dieta essi credono di essere maggiormente in sintonia con la natura umana.

Bibliografia[modifica]

Voci correlate[modifica]

Scritti[modifica]

Argomenti[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]