Discussion about terms of use is ongoing | 4th General Meeting

Transumanesimo

Da Anarcopedia.

(Reindirizzamento da transumanesimo)

Il transumanesimo, talvolta detto anche transumanismo (abbreviato in H+ o >H) è un movimento intellettuale che si pone all'esatto opposto del primitivismo. I transumanisti, infatti, nutrono grande ottimismo riguardo alle possibilità della scienza e della tecnologia ai fini dell'aumento delle capacità fisiche, cognitive e sociali dell'uomo. L' H+ intende eliminare quegli aspetti della condizione umana che sono considerati indesiderabili, come la malattia e l'invecchiamento, in vista anche di una possibile trasformazione post umana.

Indice

[modifica] Transumanesimo e politica

Il transumanesimo è un movimento composito e multiculturale in quanto l'ideologia che esso evicola può adattarsi a molti usi politici, anche contrapposti. Da una recente indagine della World Transhumanist Association ha valutato che, in termini qualitativi esistono transumanisti di pressoché ogni colore, dall’estrema sinistra all’estrema destra. In termini quantitativi, invece, si nota una netta prevalenza della sinistra (47% il dato aggregato), con una preponderanza di membri che si definiscono socialisti e piccole frange più estreme di anarchici (2%) e comunisti (1%); 4% gli anarco-capitalisti. Per quanto riguarda la religione, i transumanisti sono per il 64% atei e agnostici. Esiste poi una corrente che si può definire sovra-umanesimo in cui i connotati post-umani acquisiscono quelli dell'ultra-uomo di Friedrich Nietzsche.

In sostanza il transumanesimo può essere considerato una sorta movimento di liberazione, i cui sostenitori mirano addirittura alla «liberazione della la razza umana dai propri vincoli biologici». Esistono delle correnti del transumanesimo di chiara matrice fascista, come già riportato nelle statische, che intenderebbero utilizzare i principi transumanisti come mezzo per rigettare le idee egualitarie. Al contrario, l’anarco-transumanesimo è una corrente del transumanesimo, che intravede nella tecnologia un mezzo per superare divisioni discriminatorie di qualsiasi tipo e provare a creare una società egualitaria.

[modifica] Bibliografia in italiano

  • AA. VV., Il Transumanismo. Cronaca di una rivoluzione annunciata, 2008, Lampi di Stampa.
  • Pietro Barcellona, L'epoca del postumano, 2007, Città Aperta.
  • Niels Boeing, L'invasione delle nanotecnologie, 2006, Orme Editori.
  • Riccardo Campa, Mutare o perire. La sfida del transumanesimo, 2010, Il Sestante.
  • Riccardo Campa (a cura di), Divenire I. Rassegna di studi interdisciplinari sulla tecnica e il postumano, 2008, Il Sestante.
  • Riccardo Campa (a cura di), Divenire II. Rassegna di studi interdisciplinari sulla tecnica e il postumano, 2009, Il Sestante.
  • Riccardo Campa (a cura di), Divenire III, FUTURISMO. Rassegna di studi interdisciplinari sulla tecnica e il postumano, 2009, Il Sestante.
  • Antonella Canonico, Gabriele Rossi, Semi-Immortalità. Il prolungamento indefinito della vita, Lampi Di Stampa, 2007.
  • Emanuela Ciuffoli, Manipolazioni corporee tra chirurgia e digitale, Meltemi Editore, 2007.
  • Francis Fukuyama, L'uomo oltre l'uomo. Le conseguenze della rivoluzione biotecnologica, 2002, Mondadori.
  • Joel Garreau, Radical evolution, Sperling & Kupfer, 2007.
  • Jürgen Habermas, Il futuro della natura umana. I rischi di una genetica liberale, Einaudi, 2002.
  • Ray Kurzweil, La singolarità è vicina, Apogeo, 2008.
  • Jeremy Rifkin, Il secolo biotech. Il commercio genetico e l'inizio di una nuova era, Baldini Castoldi, 2003.
  • Aldo Schiavone, Storia e destino, Einaudi, 2007.
  • Gregory Stock, Riprogettare gli esseri umani. L'impatto dell'ingegneria genetica sul destino biologico della nostra specie, Orme Editori, 2005.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Collegamenti esterni

Strumenti personali
Altre lingue