Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Riane Eisler

From Anarchopedia
Revision as of 22:21, 5 November 2017 by K2 (Talk | contribs) (1 revision imported)

(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)
Jump to: navigation, search
Riane Eisler
Riane Eisler (Vienna, 1931-), é una scrittrice, sociologa, storica e femminista austriaca.

Biografia[modifica]

Nata a Vienna nel 1931, con l'avvento del nazismo e l'annessione dell'Austria ala Germania, Riane Eisler è costretta a scappare all'estero con la sua famiglia per sfuggire alle persecuzioni antisemite. Si rifugia prima a Cuba poi negli USA, dove frequenta l'università  della California, conseguendo la laurea prima di Sociologia e poi in Legge.

L'aver vissuto in tre ambiti culturali così differenti sono fondamentali per la sua formazione: «Questa esposizione prematura a tre culture differenti mi ha portato alla consapevolezza che ciò che viene considerato "lo stato normale delle cose" non è uguale dappertutto». Ciò che comunque accomuna tutte le esperienze vissute dalla giovane Riane è la consapevolezza che ovunque la donna è discriminata, ed è proprio su questa considerazione che canalizzerà  i suoi studi e le sue teorie.

Decisiva per la sua formazione multidisciplinare sono state le opere di Marija Gimbutas, di cui la Eisler può essere considerata l’”allieva” più importante. Notevole anche l’influenza di Elizabeth Cady Stanton, autrice nel 1848 di un manifesto femminista, di scrittori come Robert Jungk, degli antropologi Ashley Montagu e Vere Gordon Childe, dell’archeologo James Mellaart e tanti altri, tra cui lo psicologo, nonché suo compagno di vita, David Loye.

Ha insegnato all’ University of California, all’UCLA e a Los Angeles al colleggio del Sacro Cuore.

È membro fondatore del General Evolution Research Group associata alla World Academy of Art and Science e alla World Business Academy, e, negli ultimi vent'anni, ha lavorato come storica culturale e teorica dell’evoluzione. È inoltre attiva in molti comitati, commissioni e organizzaizoni che si occupano dei diritti dei bambini e delle donne: International Scientific Advisory Board di Pluriverso, il Editorial Board of World Futures, il World Commission on Global Consciousness and Spirituality, e il International Editorial Board of The Encyclopedia of Conflict, Violence, and Peace.

Teoria della Trasformazione Culturale: gilania e androcrazia[modifica]

Marija Gimbutas , è stata la personalità  che più di tutte ha influenzato Riane Eisler

L’Antica Europa, all’incirca tra il 7000 a.c e il 3-2500 a.c, è stata socialmente organizzata sulla base di valori egualitari tra uomini e donne (gilania [1]), sino al momento in cui una serie di ondate migratorie proveniente dal sud della Russia, ad opera di popoli indoeuropei chiamati Kurgan da Marija Gimbutas, imposero un modello androcratico e autoritario (patriarcato).

Riane Eisler propone una nuova teoria dell’evoluzione culturale (Teoria della Trasformazione Culturale), re-interpretando la storia sulla base di due modelli organizzativi che storicamente si sono succeduti nel Paleolitico superiore e nel Neolitico: un modello mutualistico (società  gilaniche) e un modello autoritario (androcrazia [2]).

La teoria della Trasformazione Culturale sostiene la tesi che nella preistoria si sia verificato un mutamento, di cui ancora oggi paghiamo le conseguenze, non solo nell’ambito dell’organizzazione sociale ma anche della tecnologia. Un passaggio epocale dalle tecnologie che arrichiscono la vita a quella che la vita distruggono (le armi), «ed è questa valenza della tecnologia, più che la tecnologia in sé, che oggi minaccia la vita sul nostro pianeta» [3].

La Eisler non nega l’importanza avuta dalla progressione tecnologica e sociale, che pure non ha avuto sempre un andamento lineare [4], tuttavia intende sottolineare come l’evoluzione culturale dipenda in larga misura dal modello sociale (androcrazia o gilania) e che, inoltre, è da sempre esistita una spinta umana verso la «verità , bellezza e giustizia».

Note[modifica]

  1. Gilania , dalle parole greche gynè, "donna" e andros, "uomo" (la lettera l tra i due ha il duplice significato di unione, dal verbo inglese to link, "unire" e dal verbo greco lyein o lyo che significa "sciogliere" o "liberare"). Gilania quindi è un neologismo il cui significato può essere riassunto in unione di uomini e donne.
  2. Androcrazia, dalle parole greche andros, "uomo" e kratos, "governato", quindi letteralmente “governo degli uomini”, “potere degli uomini”
  3. Il Calice e la spada, Frassinelli, pag 10
  4. Approfondimenti:società  gilaniche, civiltà  e Ipotesi Kurgan

Opere e pubblicazioni[modifica]

  • 1977, Dissolution: NoFault Divorce, Marriage, and the Future of Women, New York. MacGraw Hill, now available at iuniverse.com
  • 1979, The Equal Rights Handbook: What ERA means for your life, your rights, and your future, New York. Avon, available at iuniverse.com
  • 1987, The Chalice and The Blade: Our History, Our Future. New York. Harper & Row.
  • 1996, Sacred Pleasure: Sex, Myth, and the Politics of the Body. San Francisco. Harper.
  • 1996, Il piacere è sacro: il mito del sesso come purificazione. edizioni Frassinelli
  • 2000, Tomorrow's Children: A Blueprint for Partnership Education in the 21st Century
  • 2002, The Power of Partnership: Seven Relationships that will Change Your Life
  • 2004, Educating for a Culture of Peace
  • 2006, Il Calice e la Spada. Edizioni Frassinelli
  • 2007, The Real Wealth of Nations: Creating a Caring Economics. San Francisco. Berrett-Koehler.

Voci correlate[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]