Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Convención de Aguascalientes

From Anarchopedia
Jump to: navigation, search
Francisco Villa, Eulalio Gutiérrez ed Emiliano Zapata riuniti nel Palazzo Nazionale.
La Convención de Aguascalientes (Convenzione di Aguascalientes) venne firmata in Messico nel 1914 durante la rivoluzione messicana. Dopo la sconfitta di Huerta, si intese riunire i principali leader rivoluzionari (Emiliano Zapata, Francisco Villa e Venustiano Carranza) con l'intento di dar vita ad un nuovo governo rivoluzionario.

I lavori della convenzione[modifica]

L'inizio dei lavori furono fissati da Venustiano Carranza per il 1° ottobre 1914 a Città  del Messico. A causa dell'indisponibilità  degli zapatisti, che non riconoscevano l'autorità  di Carranza, e dei villisti, che invece rifiutavano Città  del Messico come sede, la Convenzione si trasferì ad Aguascalientes a partire dal 10 ottobre.

L'apertura fu presieduta da Antonio I. Villarreal, José Isabel Robles, Pánfilo Natera, Mateo Almanza, Marciano González, Samuel Santos e Vito Alessio Robles. Vi aderirono anche i seguaci di Villa e, dal 26 ottobre, parteciparono anche gli zapatisti. La prevalenza della fazione di Pancho Villa determinò l'elezione alla Presidenza ad interim del generale Eulalio Gutiérrez Ortiz e la nomina di Francisco Villa in qualità  di capo dell'esercito della Convenzione.

Carranza il 10 novembre si espresse non riconoscendo le decisioni prese e dichiarò nulla l'elezione di Gutierrez (anche Obregon ruppe con la Convenzione). Il 13 la Convenzione pose fine ai lavori, che risulteranno quasi del tutto effimeri, soprattutto per colpa di Carranza che aveva respinto la richiesta degli zapatisti di applicazione del Plan de Ayala e la sua rinuncia ad ogni velleità  di leaderaggio della rivoluzione (il principale obiettivo, cioè la riforma agraria prevista dal Plan de Ayala, fu in parte applicata solo nello Stato di Morelos).

Zapata e Villa, dopo aver firmato il 4 dicembre il Pacto de Xochimilco, conquistarono la capitale il 6, mentre Venustiano Carranza, trasferitosi a Veracruz, iniziò, di fatto, a governare il Messico da quella città . Gutierrez rinunciò alla presidenza della Convenzione e fu sostituito da Roque González Garza, nominato presidente provvisorio dal 17 gennaio al 9 giugno 1915.

Il 10 giugno Francisco Lagos Cházaro ricevette dalla Convenzione il potere Esecutivo. La capitale fu ripresa dalle truppe costituzionaliste (Carranza) il 2 agosto e prima del suo arrivo la Convenzione si trasferì inizialmente a Toluca e, successivamente, a Città  del Messico, ma senza la presenza villista. Fu l'inizio dell'istituzionalizzazione della rivoluzione e il trionfo dei costituzionalisti.

Voci correlate[modifica]