Still working to recover. Please don't edit quite yet.

Louis Mercier Vega

From Anarchopedia
(Redirected from Charles Cortvrint)
Jump to: navigation, search
Louis Mercier-Vega
Louis Mercier-Vega (Bruxelles, Belgio, 6 maggio 1914 — Collioure, Francia, 20 novembre 1977) (nome di nascita: Charles Cortvrint; pseudonimi: Charles Ridel, Santiago Parane, etc.) è stato un attivista, propagandista, pensatore libertario.

Biografia[modifica]

Charles Cortvrint nasce nella capitale del Belgio, Bruxelles, il 6 maggio 1914. Più conosciuto con lo pseudonimo di Louis MERCIER VEGA, ma anche con quelli di Charles RIDEL, Carlo MANNI, Santiago Parane ecc., inizia la militanza nel movimento anarchico all'età  di 16 anni frequentando la libreria anarchica di Hem Day. Conosce l'anarchico russo esiliato in Belgio e Francia Nicolas Lazarévitch ed alla maggiore età  si rifiuta di svolgere il servizio militare, per questo si rifugia in Francia ed aderisce all'Union Anarchiste, di cui sarà  delegato al congresso d'Orleans nel 1933. Fa amicizia in particolare con Charles Carpentier, insieme al quale, oltre agli altri compagni della Gioventù Anarco-Comunista, si caratterizzerà  per la sua ardente difesa del comunismo libertario e dell'organizzazione anarchica.

Nel maggio del 1936 partecipa a Saragozza al congresso della Confederación Nacional del Trabajo. Nel mese seguente è attivissimo a Parigi e dintorni durante gli scioperi e le occupazioni di fabbriche, sostenendo la formazione di consigli operai in grado di autogestire i mezzi di produzione. Con l'amico Charles Carpentier lascia la Francia nel luglio del 1936 per partecipare alla rivoluzione spagnola, combattendo nel fronte di Aragona con il Groupe International de la Colonne Durruti da lui fondato insieme a Carpentier.

Sul fronte incontra Simone Weil, peraltro già  conosciuta durante gli scioperi francesi. Il 17 ottobre 1936, a Perdiguero, il suo gruppo viene decimato dalla cavalleria marocchina al servizio dei franchisti. Costretto a rientrare in Francia, organizza manifestazioni e convegni in favore della Spagna rivoluzionaria, tuttavia, a causa di disaccordi sul movimento di occupazione delle fabbriche e sulla rivoluzione spagnola, Mercier-Vega lascia l'Union Anarchiste nel novembre 1937.

Rientrato nuovamente in Belgio alla fine del 1939, Louis Mercier Vega prende contatti con Hem Day prima di imbarcarsi ad Anversa verso il Sud-America (Argentina e Cile). Mesi più tardi decide di reimbarcarsi verso Brazzaville (attuale Congo, Africa), da dove il 26 giugno 1942 si arruola nelle Forces Françaises Libres. Terminata la guerra si rigetta anima ecorpo nell'attività  libertaria diventando l'editore di «Dauphiné Libéré». Dal 1946 al 1949 collabora regolarmente con «La Révolution Prolétarienne» e «Le Libertaire» sotto diversi pseudonimi (Damashki, Santiago Parane e L'Itinérant). Nei primi anni '50 si sposa con Eliane Casserini (1953) e inizia la collaborazione con il gruppo gli Amici della Libertà , sezione francese del Congresso per la Cultura della Libertà , un'organizzazione internazionale di intellettuali profondamente anti-autoritaria ed anticomunista; proprio per questo Mercier viene accusato da Santiago Carrillo e Federica Montseny di essere al servizio della CIA. Nel 1958 ha fondato la Commissione Internazionale di Collegamento dei Lavoratori, una rete di libertari, rivoluzionari e sindacalisti di diversi paesi.

Dopo la morte nel 1973 della compagna Eliane Casserini, Louis Mercier Vega cade in depressione fino a quando il 20 novembre 1977 decide di togliersi la vita.

Attività [modifica]

Durante la sua vita scrisse per la stampa libertaria e fondò diverse riviste, tra cui «Revision» (1938, pubblicato insieme a Maria Luisa Berneri), «Aportes»,(1966-1972), «Interrogations» (1974-1977, quadrilingue), e fu autore di numerosi opuscoli e libri come Les anarchistes face à  la technocratie (1950), Pourquoi et comment se bat la Hongrie ouvrière (1957), Présence du syndicalisme libertaire (1958), Cuba, révolution et contre-révolution (1962), Mécanismes du pouvoir en Amérique latine (1967), La technique du contre-Etat: Les guérillas en Amérique du Sud (1968), L'anarchisme hier et aujourd'hui (1970), L'increvable anarchisme (1970), Autopsie de Peron: bilan du péronisme (1974), Les ouvriers de Saint-Nazaire (1976), La chevauchée anonyme (1978), La révolution par l'État (1978), Anarcho-syndicalisme et syndicalisme révolutionnaire (1978), Les nouveaux patrons (1979), En route pour Saragosse avec la colonne Durruti (1997, postumo).

Parte delle sue attività  letterarie si trovano nell'archivio del Centro Internazionale di Ricerca sul Anarchismo (CIRA) di Losanna (Svizzera).

Voci correlate[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]